RobinHood1Un giocatore statunitense conosciuto con lo pseudonimo di “Robin Hood 702″ segue l’esempio del suo eroe preferito, noto per la sua generosità nei confronti dei poveri.

Nella nostra versione, Robin Hood 702 è uno specialista del blackjack, che combina la sua passione per il gioco alla volontà di aiutare la gente. Finora, lui ha donato oltre 1 milione di dollari alle persone nel bisogno.

Il misterioso filantropo di Las Vegas possiede un sito che raccoglie i numerosi video inviati dalle persone che chiedono il suo aiuto. Tra i suoi numerosi gesti caritatevoli annoveriamo il caso di una bambina malata da cancro che ha ricevuto da parte di Robin Hood la somma di 35,000 dollari per pagare le sue cure mediche.

Prima di fare la donazione, il Robin Hood dei tempi moderni regala alle famiglie un soggiorno di qualche giorno in un hotel da 5 stelle di Las Vegas.
Per chiarire il suo strano comportamento, il highroller ha dichiarato: “Ho guadagnato molto ai giochi di casinò negli ultimi anni e adesso voglio restituire una parte del mio guadagno alle persone meno fortunate di me“.
Ho sempre amato i film con Robin Hood e ho pensato che se lui è riuscito a fare quelle cose tanti anni fa, anch’io avrei potuto fare qualcosa di simile nei nostri tempi“.

Il gigante del gioco d’azzardo Harrah’s Entertainment ha reso pubblica la sua decisione di costruire un nuovo resort & casinò nei pressi di Bratislava, la capitale della Slovacchia.

L’operatore ha annunciato un accordo per la costruzione del resort con il gruppo immobiliare TriGranit con sede in Ungheria. Il valore dell’investimento ammonta ad 1.5 miliardi di euro (2.22 miliardi di dollari).

La costruzione di questo resort intitolato “Metropolis” inizierà nel 2010 e dovrebbe finire prima del 2015. Harrah’s Entertainment gestirà il casinò e l’albergo, mentre la TriGranit gestirà il parco divertimenti ed il centro commerciale. La Metropolis potrebbe generare 28.000 posti di lavoro.

Nonostante le difficoltà economiche dovute alla recessione, la compagnia statunitense è molto fiduciosa nel potenziale di questa regione europea. Dopo il divieto del gioco d’azzardo in Russia avvenuto il 1 di luglio 2009, molti operatori  hanno iniziato a manifestare un certo interesse verso i paesi dell’Est Europa, nella speranza che i magnati russi cercheranno nuove destinazioni in cui spendere il loro denaro. Anche il gruppo Seminole Hard Rock Entertainment ha annunciato quest’anno la costruzione di un resort casinò – “il maggiore dell’Europa” – situato in Ungheria.

Il noto produttore di software per casinò Playtech ha annunciato il rilascio delle prime slot machine basate sui personaggi comici della Marvel.
Facciamo presente che le due aziende hanno firmato un’accordo che permetterà allo sviluppatore di software con sede nell’Isola di Man di creare prodotti per casinò inspirati dai supereroi dei fumetti Marvel, diventati famosi dapertutto nel mondo grazie alle produzioni cinematografiche.

Le prime slot machine della serie sono “Iron Man” e “The Incredible Hulk“, due incitante slot con 20 linee di pagamento ed innovative caratteristiche bonus. “Iron Man” comprende il gioco bonus “Missile Attack” (Missile d’attacco) e fantastici simboli wild. Una delle caratteristiche che aumenta l’unicità di questo gioco è il moltiplicatore x5000.
La slot intitolata “The Incredible Hulk” offre il gioco bonus speciale “Hulk Smash” che permette ai giocatori di moltiplicare di 4000 volte la loro puntata iniziale.
Shahar Sella, direttore di Playtech, ha dichiarato: ”Dopo il travolgente successo della slot machine “Il Gladiatore”, Playtech è lieta di permettere ai suoi casino licenziatari di proporre questi popolari giochi ai loro giocatori. Siamo sicuri che queste nuove slot machine attireranno un gran numero di giocatori nuovi in merito al loro fascino e popolarità”.

L’Advertising Standards Authority (ASA) della Gran Bretagna ha vietato una recente pubblicità al sito Betfair in cui compare la giovane giocatrice norvegese di poker Annette Obrestad. Secondo l’ASA, la pubblicità inciterebbe i minori a giocare a poker online.

La pubblicità mostra la foto della giocatrice con look da adolescente accompagnata dallo slogan: “Online experience is measured in games, not years. Join the new breed. Annette_15″, cioè “L’esperienza online viene misurata in base alle partite di gioco e non in base alla tua età. Segui la nuova tendenza! Annette_15″.
Annette_15 è il pseudonimo di Annette. Lei ha iniziato a giocare a poker online sul sito di PokerStars all’età di 15 anni, cioè 3 anni prima di avere l’età legale per il gambling. Annette sostiene che non ha depositato mai soldi per giocare, partecipando unicamente ai freerolls, tornei gratuiti che spesso premiano con posti ai tornei live. Nel 2007, Annette è diventata la più giovane giocatrice ad aver vinto il titolo in un Main Event delle WSOP.
Lo spot pubblicitario è stato vietato perché sia l’aspetto della giocatrice che il slogan pubblicitario possono incitare i minori ad accedere ai siti di gambling. In Inghilterra come in Italia l’età minima per giocare a poker è di 18 anni.

Dopo due giornate di gioco accanito, la giocatrice Nicole Rowe è finalmente arrivata al tavolo finale dell’evento col numero 7 – dedicato in esclusiva alle donne – del Borgata Poker Open. Dopo aver superato ben 269 partecipanti lei si è ritrovò però in heads up con un uomo.
Alla fine non è stata lei ad aggiudicarsi il titolo di questo “Ladies Event”, ma Abraham Korotki, l’uomo che ha deciso di partecipare al torneo nonostante le veementi proteste degli organizzatori e delle partecipanti. Per giustificare la sua strana decisione, Korotki ha dichiarato che – dopo essere stato eliminato da un’altra competizione – non voleva rientrare a casa e aveva ancora voglia di giocare al poker.
Non è la prima volta che un uomo partecipa ad un evento pokeristico dedicato alle donne. La maggior parte degli stati statunitensi hanno obbligato i casinò di abolire la discriminazione basata sul sesso al seno dei tornei di poker, dunque la partecipazione di Korotki a questo Main Event risulta completamente legittima.
Korotki si è aggiudicato il terzo titolo della sua carriera ed un montepremi di 21 milioni di dollari. Nel passato, Korotki ha vinto anche un braccialetto d’oro ad un main event WSOP.

Il governo brasiliano ha deciso di vietare il gioco d’azzardo on line, preparandosi ad adottare una legge simileall’UIGEA (Unlawful Internet Gambling Enforcement Act). La legge – ancora in fase di progetto – vieterà le transazioni finanziarie presso i siti di casinò stranieri.
La legislazione relativa ai giochi d’azzardo vigente è stata introdotta appena 15 mesi fa. Nonostante ciò, il Presidente Lula de Silva desidera che una nuova legge sia messa in applicazione prima del 2010. Inoltre, la legge prevede anche il blocco dell’accesso ai siti di gioco d’azzardo e l’imprigionamento di quelli che non rispettano la normativa. “Visto che non è possibile punire gli operatori di giochi d’azzardo online che sono basati all’estero, allora provvederemo a punire quelli che operano delle transazioni finanziarie con essi”, ha dichiarato il Senatore Alves Filho, un sostenitore della nuova regolamentazione.
La legge brasiliana si ispira dichiaratamente all’UIGEA statunitense. In essenza l’UIGEA, una legge adottata durante l’amministrazione Bush, mette al bando il gioco d’azzardo online, vietando le transazioni finanziarie da e verso i siti di giochi e scommesse. Secondo le autorità brasiliane, l’UIGEA ha dato risultati positivi negli Stati Uniti e rappresenta un modello da seguire.

L’operatore britannico di giochi e scommesse Ladbrokes ha concluso un accordo con la Cryptologic, uno dei maggiori sviluppatori di software per casinò online. L’accordo permetterà alla società Ladbrokes di integrare sul suo sito tre dei giochi più popolari dalla Cryptologic: Bejeweled, Cubis e Jenga.
Il primo a comparire sul sito sarà Bejeweled, ispirato dal famoso gioco di puzzle. Il gioco ha venduto oltre 25 milioni di copie nel mondo ed è stato scaricato più di 350 milioni di volte. Dopo Bejeweled, verranno integrati entro la fine dell’anno 2009 anche Cubis e Jenga.
L’accordo porta a 25 il numero di operatori a possedere una licenza Cryptologic.
Brian Hadfield, presidente e direttore esecutivo di Cryptologic ha dichiarato: “Ladbrokes è un operatore molto importante nel settore del gambling online e perciò questo accordo di licenza non solo consolida la posizione di Cryptologic nel mondo dei maggiori sviluppatori di contenuto innovativo, ma segna anche un importante passo verso il nostro obiettivo di tornare alla redditività e alla crescita a lungo termine.”
Da parte della Ladbrokes, Paul Austin – direttore commerciale della società – ha commentato: “Alla Ladbrokes ci impegnammo ad offrire ai nostri clienti il miglior servizio possibile. Firmando questo accordo con la Cryptologic, società nota per i suoi giochi innovativi, la nostra offerta rimarrà al top del mercato e i nostri clienti avranno accesso a dei giochi di alta qualità  “.
Cryptologic è senza dubbio uno dei maggiori sviluppatori di software di giochi per casinò a livello mondiale. Con un portafoglio di oltre 280 giochi creati, la società ha ricevuto per il quarto anno consecutivo il ‘Top Casino Software Award’ da parte della rivista Gambling Online Magazine’s, un nome già famoso nel settore.

Appena ritornato dall’Africa il Segretario di Stato francese alla cooperazione, Alain Joyandet, ha formulato la proposta di creare un gioco d’azzardo dedicato a sostenere lo sviluppo del continente africano. L’idea dell’istituzione di una lotteria ‘umanitaria’ non è una nuova: gli Stati Uniti ci avevano pensato dagli anni Settanta.
All’orizzonte già si affaccia la possibilità di un accordo tra lo stato francese e la Française des Jeux – società che ha monopolio delle lotterie in Francia e che forse sarà incaricata a sviluppare il gioco entro il 2010. “Il 2010 è un anno ideale per il nostro progetto, visto che è l’anno della liberalizzazione del gioco online, l’anno del continente africano e anche l’anno in cui la Coppa del Mondo di calcio si svolgerà nel Sudafrica.”
Lui ha precisato che il gioco d’azzardo potrebbe prendere la forma di una lotteria o di una tombola accessibile online. Una piccola parte delle entrate derivanti dal futuro gioco sarà destinata a sostenere il sviluppo dell’Africa. Questa lotteria ‘umanitaria’ potrebbe recare all’Africa circa 10 milioni di euro all’anno, cioè una somma quasi insignificante rispetto ai 150 miliardi di dollari ‘inghiottiti’ dall’Africa annualmente.
In Francia, la notizia continua a generare delle controverse. Il presidente del Consiglio delle associazioni nere della Francia ha dichiarato: “Sostenere lo sviluppo dell’Africa grazie ai giochi d’azzardo mi sembra allo stesso tempo immorale e indecente”.

Gli operatori di giochi e scommesse online hanno cominciato ad abbandonare massicciamente la Grande Bretagna. La principale ragione? Il regime di tassazione messo in pratica dal governo britannico.

William Hill, uno dei maggiori nomi del settore, ha già annunciato che sposterà la sua divisione di scommesse online in Gibilterra, dove beneficerà di un regime di tassazione molto più conveniente. In Gibilterra, William Hill pagherà solo il 10% di ciò che era costretto a pagare nel Regno Unito. I rappresentanti di William Hill hanno dichiarato che la società non può continuare a pagare tasse che ammontano al 15% delle entrate, mentre i suoi principali concorrenti, come PaddyPower (basato in Gibilterra), ne pagano solo 1.5%.
Ladbrokers, un’altro operatore di scommesse, ha dichiarato che, sempre per ragioni di competitività, seguirà l’esempio di William Hill. Ladbrokers ha annunciato per il primo trimestre un calo delle entrate del 2.3 % rispetto allo stesso periodo del 2008.
In risposta alla migrazione degli operatori, il governo britannico ha dichiarato che si appresta ad esaminare le irregolarità del regime di tassazione, però è possibile che la nuova regolamentazione arrivi tropo tardi.

Questa settimana, il montepremi della Lotteria Italia ha raggiunto un valore record non solo per l’Italia, ma per tutta l’Europa.

Il fantastico premio di 115,9 milioni di euro ha spinto gli italiani a fare la fila davanti ai botteghini del Superenalotto per acquistare i biglietti di gioco. Da gennaio, la fortunata sesta cifra non è stata più indovinata da nessuno, determinando un considerevole aumento del montepremi. Certo, il jackpot potrebbe anche essere condiviso tra più persone nel caso che ci fossero più giocatori a indovinare i numeri vincenti.

Il precedente record europeo risale al 2005 e appartiene all’agenzia Euromillions che ha versato nel conto di una casalinga irlandese la favolosa somma di 115.4 milioni di euro. L’ex record italiano risale invece al 2008, quando il jackpot di 100,7 milioni di euro è sbarcato in Sicilia.

Una recente ricerca condotta dall’istituto di ricerca Censis mostra che nel 2009, la raccolta di giocate al Superenalotto è fortemente aumentata. Nel giugno, spinti dall’effetto jackpot, gli italiani hanno giocato in media 7,8 milioni di euro al giorno.

Il Superenalotto è nato 1997, essendo un gioco molto remunerativo per le casse dello stato italiano, che riceve 50% delle somme giocate.